Recensione – Detto Fatto! (Getting Things done)


Detto, Fatto!

Il libro "Detto Fatto" (Getting Things done) di David Allen

Tra tutti i sistemi che ho provato (e ne ho provati tanti) questo è quello che più mi ha colpito, e fondamentalmente, quello che ho preso come punto di partenza per il mio automiglioramento, assieme ai consigli di Anthony Robbins, uno di quelli che considero veri e propri guru nell’ambito.

Facciamo una piccola introduzione all’argomento. In libreria è possibile trovare intere sezioni sull’argomento dell’Automiglioramento. E’un genere che va molto dagli anni ’80, e penso sia nato in ambiente aziendale, per il miglioramento degli aspetti manageriali e della produttività personale, ma poi in realtà si è esteso all’uomo comune che voglia cambiare in meglio gli aspetti della propria vita. Si tratta di tutta una serie di testi che vanno dalla psicologia al marketing, dalla meditazione alle metodologie di auto-organizzazione. Questo libro fa parte dell’ultima categoria.

David Allen

David Allen, l'autore del sistema e del libro

L’autore, David Allen, è un consulente aziendale che ha cercato appunto di applicare le metodologie che hanno caratterizzato il suo lavoro alla vita di tutti i giorni. La base concettuale del sistema è liberare la propria mente dai pensieri di tutti i giorni e le preoccupazioni, in modo da riuscire a incanalare le azioni secondo una strategia prestabilita. Le operazioni da effettuare sono:

– La Raccolta:  segnare senza un ordine particolare su un foglio (o su uno dei software nel tempo nati appositamente per raccogliere le informazioni secondo il sistema GTD) tutti gli aspetti della propria vita che si desidera riorganizzare. Hai un mobile pieno di carte? Una serie di appuntamenti? Oggetti in disordine? Ogni cosa va segnata, senza preoccuparsi dell’ordine.

– L’Elaborazione: una volta che gli elementi sono stati segnati, per ognuno si decide: si agisce immediatamente (se l’azione è unica, come fare una telefonata), si delega, si archivia.

– L’Organizzazione: per portare avanti gli elementi della lista li si deve organizzare in modo da creare una serie di step necessari. Ognuno è un cosiddetto “progetto” mirato a un “obiettivo”.

La caratteristica  del GTD, che per alcuni è un po’il suo limite, è  che non si lavora per priorità: a seconda del contesto in cui è possibile compiere un’azione (es. in casa, in giro, al telefono) si attueranno le varie azioni. Inoltre si ragiona sempre per tempo disponibile (se un’azione richiede un minuto, un’ora, due ore).

L’ultima categoria di azioni è quelle che sono definite “Prima o poi/Forse” ovvero quelle che un giorno ci piacerebbe fare ma per mancanza di tempo, soldi o energie non è possibile per ora fare: viaggi, studi universitari interrotti, e così via.

Vi consiglio la lettura del sistema che secondo me è molto utile per cominciare a  diminuire lo stress accumulato nel gestire le moltissime evenienze che dobbiamo programmare, sia in campo lavorativo che personale. E’un modo di pensare nuovo, che elimina le cosiddette “Liste” (checklist) che sono di difficile gestione se le cose da fare sono tantissime… o troppe.

Viviamo in un’epoca in cui è difficile gestire la marea di informazioni richieste dal nostro lavoro e della nostra vita: un’agenda elettronica non è più sufficiente, ora serve abituare la mente. E questo è un libro pieno di ottime idee, in un successivo articolo vi spiegherò come  ho deciso di metterle in pratica.

4 risposte a “Recensione – Detto Fatto! (Getting Things done)

  1. E’ un po’ che questo libro è nel mio ebook reader in attesa del suo turno, gli darò una lettura quanto prima! Una curiosità (prima che legga il libro), ciò che “archivio” nella fase di Elaborazione, che fine fa? Lo procrastino indefinitamente, semplicemente non lo faccio o altro ancora?
    A presto,
    Walter

    • All’archiviazione corrisponde una revisione periodica… La finalità è comunque non doversene preoccupare in continuazione, ma questo non vuol dire dimenticarlo…
      Ho visto che hai un sito sulla formazione e coaching, gli darò volentieri un’occhiata! Non è certo la specializzazione del mio, ma è uno degli argomenti di principale interesse per me!

  2. Pingback: Obiettivi e Azioni per una giusta Motivazione | Il Blog di Gabriele Aielli

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...