Agnello di Dio


Agnello

Vorrei raccontare un episodio vissuto l’anno scorso proprio in questo periodo. Stavo camminando tranquillamente nel Parco degli Acquedotti (per chi non è di Roma, si trova tra l’Appia e la Tuscolana, ed è un grande polmone verde nel grigio cittadino della Capitale), quando mi trovai vicino a un gregge di pecore rinchiuso in un recinto. Una delle femmine, visibilmente incinta, si fermò e da dietro si vide cadere qualcosa a terra. Era appena nato un piccolo agnellino.

Ciò che mi colpì, a parte il fatto, in quanto cittadino, di non essere stato molte volte testimone della nascita di esseri viventi, fu che questo piccolino, di appena pochi minuti, già combatteva con la vita. Con un estremo sforzo alzando una zampetta alla volta, si mise in piedi e seppur barcollante andò verso sua madre che lo ripulì dei resti del sacco amniotico.

Proprio mentre gioivo, dentro di me, di questa splendida e tenera manifestazione di vita, un uomo di cui nemmeno mi ero accorto fino a un istante prima afferò in un solo gesto le zampette dell’agnellino e quasi strusciandolo per terra lo portò via. La madre, belando di disperazione, non poté far altro che seguirlo, fino a che lui non ebbe portato suo figlio nel capannone.

A parte immaginare che un gesto tanto duro sia ordinario per ogni nascita tra gli ovini allevati, ho comunque provato un tuffo al cuore nel vedere come l’umanità riesca a introdursi in una manifestazione di spontaneità quali sono la  nascita di un piccolo e l’amore della madre nei suoi confronti. Inoltre quel tenero agnellino che speranza di vita aveva nel periodo appena precedente alla Pasqua?

Avevo già deciso da tempo di non includere nella dieta questi cuccioli (in quanto vegetariano, in realtà, non mangio carne né a Pasqua né in qualsiasi altro giorno dell’anno) ma questo episodio ha confermato ancora una volta la mia scelta.

L’Agnello di Dio avrebbe scelto di sacrificare per la sua festa milioni di cuccioli ogni anno? Io ne dubito, ma lascio a voi la scelta di cosa portare a tavola quest’anno per la Santa Pasqua.

Una risposta a “Agnello di Dio

  1. Sabrina·Miso

    veramente toccante questo post… anche a me piacerebbe assistere alla nascita di una piccola nuova vita. certo, il gesto dell’allevatore ci ha riportato bruscamente alla triste realtà…

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...