Recensione – Io non mi lamento!


Io non mi lamento!

Io non mi lamento” è un libro che ogni persona dovrebbe leggere, e un metodo che si dovrebbe insegnare anche a scuola!

Tendenzialmente quando si presenta un problema, soprattutto se insignificante, spesso la prima cosa che si fa è lamentarsi, tanto che alcune persone sviluppano quella che io chiamo “l’arte del lamento”: tendere a passare buona parte delle proprie giornate piagniucolando, senza fare nulla per risolvere i problemi. Talvolta questo diventa una situazione talmente consolidata che alcune persone si “ammalano” di questa abitudine e la rendono parte integrante della propria vita.

Ci si lamenta di qualsiasi cosa: del lavoro, della propria relazione, dei risultati scolastici, delle persone che si hanno intorno. E nel momento in cui ci viene chiesto “ma hai fatto qualcosa per risolvere la situazione?” il nostro cervello si attiva febbrilmente a cercare una scusa, e via a lamentarsi anche di chi ci ha posto la domanda!

Se fate parte di questa categoria (io spesso mi ci riconosco, soprattutto in questo periodo) allora vi suggerisco la lettura di questo interessantissimo libro che definirei “rivoluzionario sistema di vita”.

Will Bowen, reverendo americano, negli anni ha ricevuto costantemente le lamentele dei suoi parrocchiani. Un giorno ha così deciso di combattere l’abitudine al lamento, origine di così tanta energia negativa da costringere suoi autori in una assenza totale di evoluzione. Per fare ciò ha introdotto il braccialetto del “Complaint Free World“.

Il braccialetto di "Io non mi lamento!"

Chi indossa il braccialetto allegato al libro (ma anche un qualsiasi elastico colorato va altrettanto bene) si impegna a non lamentarsi per 28 giorni. Sembra facile, invece è una sfida! Ogni volta che ci si lamenta, si deve cambiare posizione al braccialetto dal braccio sinistro o viceversa… e si ricominciano i 28 giorni!

Vi assicuro che ho provato: diventa sempre più complesso ogni giorno evitare di lamentarsi da quando ci si alza a quando si va a dormire. Eppure la tecnica è un favoloso modo di ricordare quante possibilità di agire sprechiamo quotidianamente. “Hai rinunciato a un’ottima occasione di stare zitto!” ci viene detto spesso, ed è la sacrosanta verità. Non lamentandoci e tacendo, infatti, abbiamo modo di trovare una soluzione e di agire per risolvere i problemi. Non ci piace il nostro lavoro… modifichiamone le condizioni oppure cambiamo lavoro! Non riusciamo ad avere un rapporto con certe persone… siamo sicuri che sia colpa dell’altro e non in realtà la nostra? Insomma, lamentarsi è sempre un enorme spreco di energia, e l’autore lo dimostra con una serie di aneddoti uno migliore dell’altro.

In conclusione, consiglio a chiunque di comprare questo libro, leggerlo e regalarne una copia a tutti quelli che lo circondano e apportano emotività negativa. Soprattutto facciamo partire da oggi il proprio periodo di 28 giorni senza lamentarci… che magari sarà soltanto l’inizio della nostra nuova vita!

3 risposte a “Recensione – Io non mi lamento!

  1. -Non ti piace il tuo lavoro? Cambialo!-
    Questa parte deve essere omessa nella traduzione italiana.
    per il resto, sembra un’idea originale e interessante.

  2. ciao! non trovo più il libro in commercio…è fuori catalogo…qualcuno me lo venderebbe o conosce qualcuno che me lo venderebbe?? ciao. Mariella (Italia)

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...