Marius, morte di una giraffa innocente


Marius la giraffa uccisa allo Zoo di Copenhagen

Marius la giraffa uccisa allo Zoo di Copenhagen

Certi giorni ti affacci dalla tua gabbia e con i tuoi occhi grandi di cucciolo non puoi far altro che cercare di capire perché questi esserini dal collo corto ti guardino come se fossi una creatura aliena. Non hai bisogno di uno specchio: i tuoi compagni sono tanto simili a te che potrebbero confonderti con qualunque di loro.

Ti senti importante: tutti ti adorano, ti guardano mentre li sovrasti anche se sei soltanto un cucciolo. Conosci solo queste quattro mura, e non hai mai visto l’Africa, la terra che diede i natali ai tuoi antenati. Al massimo, con il tuo collo puoi sporgerti e vedere il cemento, non l’erba… i palazzi, non le nuvole…

Un giorno un omino ti si avvicina. Ha una strana cosa luccicante in mano. La dirige verso la tua testa: tu ti fidi perché da quelle mani è sempre uscita una pacca sulle zampe, un mucchietto di germogli deliziosi. Per un istante senti un forte rumore e poi più nulla. Tutto il mondo diventa nero, e il tuo collo non sovrasta più il mondo di quegli umani che si sono dimostrati infimi non solo nell’altezza ma anche nel cuore.

Ora tutti vedono ciò che sei dentro: le tue interiora sono sparse e tu divieni un semplice mucchio di carne dato in pasto ai leoni, una macchia di sangue sul pavimento della gabbia, un grumo di spettacolo mostrato alle famiglie. I bambini innocenti non capiscono nemmeno per un momento che hanno assistito a un’esecuzione in piena regola. I loro genitori non vogliono accettare che questo è un orrore inconcepibile. Una morte senza colpa, senza peccato originale.

Eri troppo uguale geneticamente ai tuoi fratelli, dicono. Ma da quando è una colpa?

Su una scrivania dello Zoo di Copenaghen c’è una busta, il cui contenuto è sparso sul tavolo come le tue viscere per terra. La busta richiedeva la tua adozione in uno Zoo dall’altra parte del mare. Non ci sei mai arrivato perché qualcuno a tutti i costi non ha voluto salvare la tua vita. Piccolo amico resterai nei nostri cuori.

Nota.
Marius, la piccola giraffa è morta inutilmente. Come tanti piccoli animali che finiscono nei nostri piatti ogni giorno, come cani e gatti in Russia e Ucraina sono stati uccisi solo perché qualche burocrate lo richiedeva. La nostra specie meriterebbe la distruzione, ma forse la speranza è un germoglio come quelli che Marius amava tanto mangiare e che può ancora crescere.

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...